Cosa farebbe Bill Gates se diventasse povero?

 

Bill Gates è considerato uno degli uomini più ricchi del mondo, con un patrimonio di oltre 100 miliardi di dollari. Ma cosa accadrebbe se si ritrovasse improvvisamente povero? Inizierebbe a fondare una nuova azienda o cose simili?

No! La risposta sono i polli.

Bill Gates, in un post scritto sul suo blog e ripreso recentemente da alcuni media come l'Independent, ha spiegato ai suoi lettori cosa farebbe se guadagnasse soltanto due dollari al giorno.

Probabilmente, ha affermato, li userebbe per allevare pollame.

"Non esiste un'unica risposta giusta, ovviamente, e la povertà cambia a seconda del luogo.

Ma, grazie al lavoro con la mia fondazione, ho incontrato diversi abitanti dei Paesi più poveri del mondo che allevano polli e ho imparato molto sui pro e i contro di tenere questi animali.

Per chiunque viva in povertà sarebbe meglio possederne alcuni".

Il motivo è presto detto: i polli non richiedono grandi risorse economiche per l'acquisto e la gestione, sono facili da tenere e le uova e la carne sono ottimi alimenti per l'uomo. Oltre a questo, costituiscono un buon investimento perché generano continuamente profitto.

"Immaginate un allevatore che inizi con cinque galline: basta un gallo, anche preso in prestito da un vicino, per far sì che, dopo tre mesi, quello stesso allevatore si ritrovi con 40 pulcini, si legge nel blog.

Se ognuno venisse venduto a 5 dollari, il guadagno sarebbe di più di 1000 dollari all'anno".

Umiltà e business col tempo possono creare un impero economico. 

Per qualsiasi informazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per contatti di tipo commerciale: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

­