Stadia, la nuova console Google

 

Come annunciato alla Game Developer Conference 2019 Google ha presentato la sua nuova piattaforma da gioco, chiamata Stadia, che promette di rivoluzionare il mondo del gaming.

Basandosi su un innovativo sistema basato sullo streaming dei titoli, Stadia non è una “console” così come siamo abituati a pensare, cioè una scatola contenente l’hardware collegata alla televisione. 

Essa è una piattaforma basata sullo streaming dei giochi, che possono essere fatti girare ovunque e su qualsiasi piattaforma attraverso la tecnologia software già sperimentata nel 2018 su Google Chrome con Project Stream.

In poche parole, i gamer potranno fruire di qualsiasi gioco, che verrà streammato su qualsiasi piattaforma di loro proprietà (computer, laptop, tablet, telefono o console) al massimo del dettaglio e al massimo della fluidità.

Il cambiamento è epocale siccome elimina completamente lo stesso concetto di requisiti hardware e garantisce una prosecuzione fluida del gameplay di piattaforma in piattaforma, come se lo stato del mondo si salvasse in continuazione.

Questo nuovo concetto di “stato del mondo” sostituisce i salvataggi a cui siamo abituati e potrà essere condiviso: amici e sconosciuti potranno, cliccando un link, accedere alla partita di un altro utente senza alcuna interruzione.

Anche i caricamenti, gli aggiornamenti e tutte le seccature che si interpongono tra il gioco e la sua fruizione sembra che verranno completamente eliminati da questa nuova concezione di gaming.

Al lancio Google Stadia supporterà il 4K, i 60fps, l’HDR e il surround. 

 

(leggi altro cliccando qui sotto) 

 

­